• VALUTATORE D'IMPATTO

    Capire e raccontare il cambiamento e il beneficio

La valutazione di impatto

Cos’è l’impatto

Definire “l’impatto” prevede di considerare sia l’aspetto di contenuto che l’aspetto di metodo.

IL CONTENUTO

Dal punto di vista del contenuto, l’impatto può essere definito come “… gli effetti a lungo termine, positivi e negativi, primari e secondari, previsti o imprevisti, prodotti direttamente o indirettamente da un intervento di sviluppo” ( da Glossario Ocse - Oecd/Dac).

Questa definizione di contenuto è molto importante perché permette di mettere in luce il fatto che si ricerca “qualsiasi” effetto e non solo quelli previsti, riconoscendo che questi effetti possono avere valenza positiva o negativa, concentrandosi sugli effetti a lungo termine di progetti, programmi, politiche o interventi di sviluppo.

 IL METODO

Dal punto di vista del metodo, abbiamo due definizioni importanti di impatto:

  1. “La stima dei cambiamenti nel grado di benessere degli individui, delle famiglie, delle comunità o delle imprese, che possono essere attribuiti ad un particolare progetto, programma o politica” (Banca Mondiale, sito Povertynet)
  2. “… la differenza nell’indicatore di interesse (Y) con l’intervento (Y1) e senza l’intervento (Y0). Ne deriva che l’impatto = Y1-Y0. Una IE (Impact Evaluation) è uno studio che affronta la questione dell’attribuzione, indicando il valore contrattuale di Y (Y0) in maniera rigorosa” (H.White 2010)

I disegni valutativi

Spesso ci focalizziamo sui metodi per la valutazione di impatto senza aver prima ben definito il “disegno valutativo” ovvero il “percorso” che vogliamo intraprendere. Il Disegno valutativo ci riporta quindi alla logica progettuale della valutazione che, soprattutto per l’impatto, risulta essere molto articolata e multivariabile.

Il Disegno valutativo è un vero e proprio percorso, caratterizzato da precise logiche e scelte metodologiche.

I livelli di un disegno si snodano su tre piani differenti:

  1. livello epistemologico-metodologico centrato sull’oggetto della valutazione, sulle precondizioni necessarie per avviare la valutazione e sulle conseguenze della valutazione (conseguenze sul piano etico, deontologico, organizzativo, metodologico e operativo);
  2. livello metodologico-operativo, che traduce il primo livello in un determinato percorso valutativo adattato ad un contesto specifico;
  3. livello delle definizioni operative relative alla raccolta e analisi delle informazioni, la riflessione si concretizza nella scelta delle tecniche che soddisfano le precondizioni del livello metodologico-operativo e delle modalità di utilizzo e di analisi.

“Quando pensiamo ad una valutazione spesso consideriamo il merito di combinare i metodi. Pertanto, i metodi misti combineranno quantitativo con qualitativo o più di un metodo qualitativo con più di uno qualitativo. Questo rafforzerà la fiducia nelle conclusioni, quando esse si basano su più fonti diverse di informazioni raccolte in modi differenti, quindi evitando il rischio di ciò che i ricercatori a volte chiamano “l’effetto dello strumento”.

Secondo la logica dei disegni della valutazione di impatto, nelle IE (Impact Evaluation) in particolare, è più utile utilizzare disegni misti che metodi misti. Spesso ciò che è necessario è più di un disegno bene scelto, che a sua volta usa una varietà di metodi, rivolti a fornire risposte alle diverse domande relative all’impatto poste dai committenti della valutazione e dagli stakeholder”.
(E.Stern, La valutazione di impatto, Franco Angeli, 2015)

 


Il Valutatore di Impatto

La riforma del Terzo Settore, che richiede la valutazione impatto sociale, e la legislazione sulle Società Benefit (legge n.208 del 28/12/2015 Art.1, Commi 376-384) hanno introdotto in Italia in modo significativo il tema della “valutazione dell’impatto” dell’operato delle aziende profit e non profit. In particolare le Società Benefit devono allegare al bilancio annuale un relazione di impatto, come previsto dal loro statuto. Un impegno quindi che è a monte rispetto alle attività, un impegno che attiene alle scelte strategiche dell’organizzazione, che non prescinde dall’introduzione di un dispositivo per la valutazione di impatto coerente con l’oggetto sociale.

Valutare l’impatto non è assolutamente una cosa scontata o di facile realizzazione. Occorre una figura preposta con competenze solide in tema di disegni valutativi e metodologie di misurazione. Il rischio è di effettuare valutazioni che si fermano ad aspetti quantitativi e di breve periodo poco significativi e parziali rispetto all’ampio raggio richiesto dall’impatto.

Il profilo professionale del Valutatore di Impatto

Il Valutatore di impatto è dunque quella figura professionale che opera all’interno dell’azienda per raccogliere ed analizzare i dati che derivano dall’impegno della società a perseguire “una o  più  finalità  di  beneficio comune e opera in modo responsabile, sostenibile e trasparente  nei confronti di  persone,  comunità,  territori  e  ambiente,  beni  ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse”.  

Egli effettua, in collaborazione con il management, le scelte adeguate ad un'efficace misurazione dell’impatto annuale. Si confronta e collabora con i responsabili di area (CFO, Innovation Manager, MKTG, Produzione, ecc.) e, nel caso in cui sia presente, con il CVO (Chief Value Officer), per allineare i risultati della sua analisi/valutazione in un unico documento finale a corredo del semplice Bilancio di esercizio o del Report Integrato, qualora l'azienda lo faccia.

Una figura professionale nuova, di grande importanza per l’Impresa, che in allineamento con gli SDGs (2020-2030), determina la qualità della Valutazione di impatto e quindi la possibilità per tutti gli Stakeholder di poter operare scelte sempre più adeguate per uno sviluppo socio-ambientale sostenibile dell’impresa.

La formazione del Valutatore di Impatto

Quest’essenziale e nuova figura professionale con il suo portato di competenze richieste necessita di un’adeguata preparazione. Sul tema della valutazione di impatti riteniamo sia necessario evitare improvvisazioni professionali.

GoForBenefit srl SB ha progettato insieme a SEC Scuola di Economia Civile, il percorso per la formazione del Valutatore di Impatto. Un percorso nel quale è stata voluta fortemente la possibilità di prendere visione e praticare (su casi reali) più modelli o standard per l’analisi e  la valutazione di impatto.

Ciò, al fine di arricchire la competenza del valutatore con una visione sistemica delle metodologie volta alla possibilità di un loro utile impiego nell’ambito di più ampi disegni di valutazione (progetti,programmi, politiche e interventi di sviluppo).

Si sono analizzati nel dettaglio questi standard e metodi:

  • GRI - Sustainability Reporting Standards
  • SROI - Ritorno Sociale sull’investimento
  • BIA - B Impact Assessment
  • BES/BESA - Misurazione della Responsabilità Sociale di Impresa e del benessere individuale
  • EBC - Economia del Bene Comune

Informazioni sulla formazione del Valutatore di Impatto

GoForBenefit SB e SEC-Scuola di Economia Civile  il 14 dicembre 2018 a Bologna presso Hotel il Pallone, hanno dato corso alla prima Edizione dell'attività formativa per Valutatori di Impatto della durata complessiva di 4 giornate: due moduli di due giornate ciascuno.

Il prossimo 8 maggio partirà la seconda edizione del corso che si svolgerà interamente a Bologna. Il corso verrà arricchito con un ulteriore modulo di due giornate di formazione.

Tale corso viene organizzato in parallelo con l’attività formativa per il Chief Value Officer, prevedendo anche momenti comuni di approfondimento dei temi trattati.

In giugno i partecipanti a questa prima edizione del corso per Valutatori di Impatto e quelli della seconda potranno sostenere l’assessmente per la certificazione delle competenze della figura professionale del Valutatore di Impatto su Schema CEPAS- Bureau Veritas

Di seguito la programmazione delle prossime edizioni:

II^ Edizione 2019 a Bologna

8-9 maggio
30-31 maggio
13-14 giugno

III^ Edizione 2019 a Bologna

19-20 settembre
17-18 ottobre
21-22 novembre

Per info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  cell. 347 8651004

Valutatori di Impatto

GoForBenefit S.r.l. Società Benefit

c/o The Hub Firenze Srl
Via Panciatichi 10-14 ed. F
50127 Firenze

P. Iva/CF 03679721203

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright © GoforBenefit. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy

Cookie Policy